INCOMINCIANO I CONSIGLI DEVOTI PER LA SANTA COMUNIONE

Libro quarto:

I - Con quanta venerazione si debba accogliere Cristo
II - Nel Sacramento si manifestano si manifestano all’uomo la grande bontà e l’amore di Dio
III - Utilità della Comunione frequente
IV - Molti sono i benefici concessi a coloro che si comunicano devotamente
V - Grandezza del Sacramento e condizione del sacerdote
VI - Invocazione per prepararsi alla comunione
VII - L’esame di coscienza e il proposito di correggersi
VIII - L’offerta di Cristo sulla croce e la donazione di noi stessi
IX - Offrire noi stessi a Dio, con tutto quello che è in noi, pregando per tutti
X - La santa Comunione non va tralasciata a cuor leggero
XI -  Il Corpo di Cristo e la Sacra Scrittura, necessarissimi all’anima devota
XII - Colui che si appresta a comunicarsi con Cristo vi si deve preparare con scrupolosa diligenza
XIII - Nel Sacramento l’anima devota tenda con tutta se stessa all’unione con Cristo
XIV - L’ardente brama del Corpo di Cristo in alcuni devoti
XV - Umiltà e rinnegamento di sé, mezzo per ottenere la grazia della devozione
XVI - Manifestare a Cristo le nostre manchevolezze e chiedere la sua grazia
XVII - L’ardente amore e l’intenso desiderio di ricevere Cristo
XVIII - L’uomo non si ponga ad indagare, con animo curioso, intorno al Sacramento, ma si faccia umile imitatore di Cristo e sottometta i suoi sensi alla santa fede