Misteri della luce

Primo mistero della luce

IL battesimo di Gesù al Giordano

In quei giorni Gesù venne a Nazaret di Galilea e fu battezzato nel Giordnao da Giovanni. E, uscendo dall'acqua, vide aprirsi i cieli e lo Spirito discendere su di Lui come una colomba. E si sentì una voce dal cielo: "Tu sei il Figlio prediletto, in Te mi sono compiaciuto" (Mc 1, 9-11).

Padre nostro, 10 Ave o Maria, Gloria



Secondo mistero della luce

Le nozze di Canaan

Ci fu uno sposalizio a Canaan di Galilea e c'era la madre di Gesù. Fu invitato alle nozze anche Gesù con i Suoi discepoli. Nel frattempo, venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli disse: "Non hanno più vino"... La madre dice ai servi: "Fate quello che vi dirà". Dice loro Gesù: "Riempite d'acqua le giare" e di nuovo: "Ora attingete e portatene al maestro di tavola". Ed essi gliene portarono... L'acqua diventò vino... Così Gesù diede inizio ai Suoi miracoli, manifestò la Sua gloria e i Suoi descepoli credettero in Lui (Gv 2, 1.3. 6-11).

Padre nostro, 10 Ave o Maria, Gloria



Terzo mistero della Luce

L'annuncio del regno di Dio

Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù si recò nella Galilea predicando il vangelo di Dio e deceva: "Il tempo è compiuto ed il Regno di Dio è vicino; convertitevi e credete al vangelo" (Mc, 1, 14-15).

Padre nostro, 10 Ave o Maria, Gloria



Quarto mistero della luce

La trasfigurazione di Gesù

Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni uo fratello e li condusse in disparte su un alto monte, e fu trasfigurato davanti a loro, il suo volto brillò come il sole e le sue vesti divennero candide come la luce (Mt 17, 1-2).
Padre nostro, 10 Ave o Maria, Gloria



Quinto mistero della luce

L'istituzione dell'Eucarestia

Poi, preso un pane, rese grazie, lo spezzò e lo diede loro dicendo: "Questo calice è la nuova alleanza nel Mio sangue, che viene versato per voi" (Lc 22, 199-20).

Padre nostro, 10 Ave o Maria, Gloria



Salve o Regina


Madre di misericordia, vita, dolcezza, speranza nostra, salve. A te ricorriamo esuli figli di Eva: a te sospiriamo gementi e piangenti in questa valle di lacrime. Orsù dunque avvocata nostra, rivolgi a noi gli occhi tuoi misericordiosi. E mostraci dopo questo esilio Gesù, il frutto benedetto del tuo seno. O clemente, o pia, o dolce Vergine Maria.
Amen.